Gita in giornata fai da te a Burano, Murano e Torcello: la mini guida 4


Un Traveldream finalmente realizzato dopo due anni dall’averlo messo nero su bianco. Visitare Burano, l’isolotto colorato a due passi da Venezia, mi ha reso una ragazza felice.

Sono stata a Jesolo nel 2018, in occasione di una piccola vacanza dei miei. Li ho raggiunti a Venezia, fatto un giro a Treviso, e l’ultimo giorno l’ho passato in solitaria tra Burano, Murano e Torcello (al mare mai!? Eccome… ma questa è un’altra storia!).

Ho organizzato tutto da sola, senza partecipare ad un’escursione organizzata, che normalmente dura circa 4-5 ore. Volevo godermi le tre isole in completa libertà e senza vincoli di orario.

Pronti a scoprire le tre isole più famose della Laguna Veneta? Ecco qui la mia mini guida.

Burano

Sarei rimasta un giorno intero a Burano, fotografando ogni sua casetta, ogni stradina, ogni angolo. E’ stato il primo isolotto che ho voluto visitare, e ci ho speso circa 3 ore (perché mi trovavo da sola, immaginate con Marco! Photoshooting a go go!!! Si è salvato, per questa volta).

Burano è vivace, colorata, allegra, e nonostante sia invasa dal turismo, sono riuscita a captare la gente che ancora ci vive. Qualcuno si nascondeva in casa, qualcuno mi ha salutato con un sorriso, qualcuno mi ha fatto spaventare (e poi ridere).

Perdetevi letteralmente tra le piccole calli (io avevo in mano una cartina, ma giusto per vedere le cose più importanti), scovate il vostro dettaglio preferito (il mio è la maniglia della persiana che, con la sua ombra, forma un cuore!) e scattate, scattate, scattate!
I colori delle case vanno dal pastello allo sgargiante e fluo quasi accecante se trovate una giornata soleggiata!

Cosa vedere e fare a Burano

Arriverete al molo “Burano B”, da lì potete passeggiare per tutta l’isola! Vi consiglio di iniziare il vostro itinerario da Viale Marcello, andate sempre dritto, proseguite su Fondamenta di Cavanella e date il via agli scatti! Non perdetevi:

  • Millemila foto sui vari ponticelli dell’isola;
  • scovate una casetta che ha dipinte sulle sue pareti alcune storie di Burano!
  • Piazza Baldassarre Galuppi (la piazzetta principale dell’isola);
  • la Chiesa di San Martino, con il suo campanile inclinato (niente paura, le sue fondamenta sono state consolidate, e la sua inclinazione è rimasta molto caratteristica!) e la Cappella di Santa Barbara;
  • Se amate il merletto e l’uncinetto, non perdetevi una visita al Museo del Merletto;
  • La casa di Bepi, coloratissima (io l’ho cercata su Google Maps, non la trovavo!);
  • Se poi vi viene un languorino, in piazza Galuppi (e nei dintorni) ci sono dei localini che vendono gelati, pizzette, ristorantini… insomma non morirete certo di fame!

Info pratica: vicino la piazza principale, in Rio Terrà del Pizzo, ci sono dei bagni pubblici al costo di 1,50€ (una follia ma se ti scappa che fai, non vai!?).

Murano

Il caldo aveva avuto la meglio su di me, così ho visitato Murano senza dargli la giusta attenzione. Non ho purtroppo avuto modo di poter visitare una fabbrica di vetro e assistere alla realizzazione dei manufatti, tuttavia me la sono girata in lungo e in largo passeggiando per le vie.

Murano è molto più grande di Burano, merita un’attenzione maggiore che non sia solo fotografare le vie piene di case colorate (anche perché Murano non ha case colorate). Oltre a miriadi di negozi che vendono oggetti in vetro (di Murano appunto), ci sono diverse chiesette e musei da visitare.

Cosa vedere a Murano

Prendendo il battello nr. 12 sono arrivata al molo “Murano Faro S/M/SX”, esattamente dove c’è il famoso Faro di Murano. Ho visitato un poi le varie vie, addocchiato qualche negozietto di oggetti di vetro di Murano e scattato qualche foto nelle varie vie. Cosa vedere il particolare a Murano?

  • Visitare il Museo del Vetro;
  • Visitare una fabbrica del vetro, dove gli artigiani e mastri vetrai spiegano e mostrano come viene creato il famoso vetro di Murano;
  • Basilica di Santa Maria e Donato;
  • Chiesa di San Pietro Martire.

Torcello

L’isolotto più piccolo e meno turistico di tutti, ma merita assolutamente una visita!
Al di là di qualche piccolo negozietto e qualche ristorantino, mentre passeggerete per la viuzza principale, verrete accolti dal verde della Natura, dalla pace e dalla tranquillità (cosa che non c’è a Burano e Murano). Terminerete il giretto davanti la Basilica di Santa Maria Assunta e la Chiesa di Santa Fosca.

Durante il cammino avrete la possibilità di ammirare anche (e salire, se ne avete il coraggio!) il Ponte del Diavolo, senza parapetti né protezioni. Fate attenzione quando vi fate fotografare.

Il Ponte del Diavolo

Info utili e consigli

Come arrivare a Burano, Murano e Torcello

  • Ci si arriva (ovviamente) solo in barca, che sia una barca di un’agenzia locale che organizza gite in giornata, sia con il battello pubblico;
  • Nel mio caso ho deciso di fare tutto da me, così mi sono servita di un battello pubblico e ve lo consiglio ad occhi chiusi. Ho acquistato il biglietto giornaliero alla biglietteria del porticciolo (nel mio caso di Jesolo Punta Sabbioni) pagando 21€ (aggiornamento a giugno 2018);
  • Ci sono orari prestabiliti di partenza e arrivo: tutti i battelli fanno delle fermate intermedie tranne in alcuni orari che vanno diretti a Murano o Burano. Scaricate qui la mappa ufficiale delle varie linee di navigazione ACTV;
  • Fate attenzione: alcuni battelli non fermano a Torcello!
  • Date bene un’occhiata agli orari e alla direzione del battello, per non trovarvi in direzione Venezia quando invece dovreste tornare a Jesolo ed i porti di attracco (Murano in particolare ha diversi porti);
  • In primavera ed estate è pieno di gente! Assicuratevi di andare a visitare gli isolotti di buon mattino, per non dover iniziare la giornata a fare lunghe code per prendere i battelli!
  • Se avete poco tempo da dedicare a queste isole, potete sempre appoggiarvi a qualche agenzia locale per un’escursione organizzata. Purtroppo però non ho alcun contatto da darvi.

Battelli da Jesolo

La partenza del battello è al porticciolo di Jesolo Punta Sabbioni. Nel mio caso, mi sono fatta portare dai miei genitori in auto, ma so che ci sono dei bus che dal centro di Jesolo portano al porticciolo, oltre a vari parcheggi a pagamento se volete lasciar l’auto. Da Jesolo a Punta Sabbioni ci vogliono almeno 15 minuti d’auto (traffico permettendo).

Il battello che, in particolare, ferma a Burano, Murano e Torcello è il numero 12. Scaricate qui gli orari in vigore da Marzo 2019.

Se invece siete interessati ad andare a Venezia San Marco da Jesolo ci sono battelli che partono, sempre da Punta Sabbioni (linee 14 e 15).

Battelli da Venezia per Murano, Burano e Torcello

  • La linea 12 parte da Jesolo e arriva a Venezia Fondamente Nuove. Se volete visitare le 3 isole da Venezia vi basta prendere il 12 da Fondamente Nuove in direzione Punta Sabbioni;
  • Le linee 4.1 e 4.2 partono da Venezia Fondamente Nuove e passano per tutte le fermate di Murano. Fa solo fermate a Murano;
  • La linea 3 parte dalla Stazione di Venezia S.ta Lucia e va diretta a Murano, facendo tutte le fermate. Fa solo fermate a Murano.

Da Burano a Torcello

La linea 9, oltre al 12, fa la spola da Burano a Torcello. Solo tra questi due isolotti.

Spero che questa mini guida vi sia servita per organizzare la vostra giornata a Burano, Murano e Torcello completamente fai da te. Se volete farmi qualche domanda o avete bisogno di altre informazioni, scrivetemi una mail o commentate qui! 🙂

A presto!

Alessandra


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 commenti su “Gita in giornata fai da te a Burano, Murano e Torcello: la mini guida