Il Lago di Posta Fibreno, una Riserva Naturale in Ciociaria


La Ciociaria non è solo piena di borghi medievali e storia. Se vi capiterà di viaggiare in macchina per le strade ciociare vi renderete conto di essere circondati da paesaggi naturali e scorci unici. Uno di quei posti è il Lago di Posta Fibreno, un luogo stupendo che consiglio di vedere in una piccola gita fuori porta (se abitate nell’Italia Centrale) oppure se deciderete di visitare per qualche giorno la Ciociaria.

Posta Fibreno Ciociaria

Il paese di Posta Fibreno

Il Comune di Posta Fibreno è stato istituito solo nel 1957, prima era una frazione di Vicalvi, in provincia di Frosinone.

Il paese sorge tra la Valle del Liri e la Valle di Comino, più precisamente su un costone collinare a quota 400 metri e possiede un antico passato, purtroppo il terremoto di Avezzano (1915) lo ha distrutto in gran parte: oggi rimangono pochi resti come le “case antisismiche“, un mulino e la Chiesa della Madonna della Vittoria. Le case sono arroccate seguendo la morfologia del rilievo, e dal paese si può ammirare tutto il panorama del lago e della Riserva Naturale.

La Riserva Naturale Regionale del Lago di Posta Fibreno

Istituita dalla Regione Lazio nel 1983, la Riserva Naturale si estende per circa 400 ettari e comprende al suo interno tutta la piana del Fibreno e le colline prospicienti il lago con le sue caratteristiche formazioni carsiche calcaree.

Il fiume Fibreno sorge dai monti del Parco Nazionale d’Abruzzo e scorre con le sue acque fresche e limpide anche in Ciociaria alimentando, insieme ad altre sorgenti, il lago per poi confluire qualche km più a valle nel fiume Liri, all’altezza di Isola Liri. L’origine carsica del lago – chiamato anche Lago di Posta – permette all’acqua di mantenersi ad una temperatura costante di 10/11° tutto l’anno e di avere un’acqua chiarissima e trasparente.

Lago di Posta Fibreno Ciociaria

Cosa fare e vedere al Lago di Posta Fibreno e nel suo paesello?

  • pic-nic all’aria aperta (grazie a panchine e tavolini vicino al lago)
  • birdwatching
  • passeggiate nei sentieri in mezzo alla Natura e/o vicini al lago
  • visitare il Museo Etnografico
  • scoprire il vecchio mulino (in località Surgentina)
  • rilassarvi
  • esercitarvi nella fotografia naturalistica
  • e tanto altro!

La Riserva offre ai visitatori un percorso immerso completamente nella Natura tramite diversi sentieri: se lo visiterete in primavera o estate il verde sarà il colore preponderante! C’è anche la possibilità di noleggiare un pedalò e girare in mezzo al lago: sarebbe un’ottima occasione per scoprirlo da un diverso punto di vista, vero?
Anticamente i pescatori del lago possedevano delle barchette a fondo piatto, chiamate nàue (così di dice in dialetto ciociaro la parola “nave”), e dal sito ufficiale della Riserva scrivono che sia possibile chiedere a questi pescatori di poter provare anche questa esperienza, invece del solito pedalò.

Purtroppo però, questo lo devo dire, alcuni percorsi soffrono d’incuria (come quello del “Lago Chiaro”), quindi potrà capitare di non poter proseguire lungo alcuni punti poichè le passerelle in legno sono rotte, ma nonostante ciò, penso che questo luogo sia ameno, un’oasi dove poter ritrovare il rapporto che abbiamo con la Natura e le sue forme di vita.

Lago di Posta Fibreno - Ciociaria

Lago di Posta Fibreno - Ciociaria

Lago di Posta Fibreno - Ciociaria

Lago di Posta Fibreno - Ciociaria

Lago di Posta Fibreno - Ciociaria

Una caratteristica importante di questo lago è l’Isola Galleggiante oLa Rota: si tratta di un intreccio di canneti e torba di forma circolare (da qui il nome “rota”, ossia “ruota” in dialetto ciociaro) che galleggia ogni giorno muovendosi in base al vento ed ai movimenti delle correnti sotterranee! Su quest’isolotto si possono trovare diverse specie di animali come folaghe, aironi, germani reali, nutrie, rane e pesci, oltre che moltissime specie di vegetazione lacustre. Osservate quest’isolotto da vicino, andando sul pedalò come ho fatto io, state solo attenti a non bloccarvi tra le alghe affioranti!

Info utili

Come arrivare al Lago di Posta Fibreno

  • da Roma – in A1 uscite a Frosinone, poi seguite la superstrada Frosinone verso Sora, una volta arrivati a Sora, seguite le indicazioni per Broccostella e Posta Fibreno

  • da Napoli – in A1 uscite a Cassino, poi proseguite nella superstrada Sora-Cassino, ed uscite a Posta Fibreno

  • dall’Abruzzo – seguire la superstrada Avezzano-Sora, uscendo a Posta Fibreno

 

 

 

Lago di Posta Fibreno - Ciociaria

 

 

Spero di avervi invogliato a visitare quest’oasi naturale meravigliosa che è il Lago di Posta Fibreno! Se vi è piaciuto l’articolo e volete consigliarlo a qualcun altro siete liberissimi di condividerlo, a me fa molto piacere! 🙂
Se ci siete già stati invece, mi piacerebbe sapere qual è la vostra opinione!

 

Rispondi