Cinque Terre: quando le persone fanno il viaggio


Ed ho finalmente contemplato le “mie” amate #CinqueTerre.
 
Tornerò.
Trovo sempre dei motivi per ritornare: uno è ammirare queste perle dalla barca, questa volta il mare non me lo ha permesso!
In ogni caso, il maltempo ed il mare mosso consentono di vedere il paesaggio in una maniera completamente diversa, un’appassionata di fotografia come me poi…non ha saputo rinunciare a immortalare la forza del mare che si abbatte sulla costa…e vogliamo parlare delle sfumature di colore che si creano?
 
Temporale in arrivo, Sestri Levante
 
Monterosso al Mare
Le onde si infrangono sullo Scoglio di Fegina, Monterosso al Mare
Scogliere , Vernazza
 
Al di là del meteo ballerino…Questo viaggio mi ha donato tanto.
Quando si dice… “Il viaggio lo fanno le persone”.
E’ vero, e più che mai le persone hanno lasciato in me ricordi indelebili di questo viaggio.
Mi piace interagire con la gente locale, chiedere informazioni, ascoltare cosa hanno da dire, da offrire, da insegnare, da “lasciarmi portare a casa”.
Quattro chiacchiere, Corniglia
Ho imparato (e visto) come viene creato uno dei vini più famosi delle Cinque Terre, lo Sciacchetrà.
Ho assaggiato alcune specialità locali (non sto parlando del solo pesto ligure), e non nei soliti ristorantini turistici, ma preparati con amore da una famiglia che ci ha ospitato a Sestri Levante.
Ho ascoltato come un padre ha avuto la forza di scappare alla morte quel giorno terribile di ottobre 2011, le sue parole non le scorderò mai.
Ho ammirato la grinta di questa gente che si è rimboccata le maniche ed ha saputo riemergere dal fango, letteralmente.
Persone genuine, semplici, con tanta voglia di conoscere nuove persone, parlare, condividere emozioni ed un pezzo della loro vita. Tutto questo lo trovo semplicemente meraviglioso.
 
E voi? Qual è stato “il viaggio – o i viaggi – che han fatto le persone”? 
 
 
 
 

Rispondi