2017: i miei propositi per l’anno nuovo


[musica consigliata per la lettura di questo articolo: Bon Jovi – Lost Highway ]

 

2017 non mi piace molto come numero, preferisco in genere i numeri pari, poi…c’è anche il 17 dentro…insomma non è che mi faccia impazzire! Non ho mai scritto un post sui buoni propositi dell’anno nuovo, nemmeno quando avevo un diario cartaceo, però quest’anno mi sento di scriverlo: come ho scritto nel mio post sui TravelDreams 2017, una persona mi ha detto “i sogni si avverano maggiormente se li scrivi“. Ecco, scriverli va bene, ma poi bisogna impegnarsi per realizzarli, no?

I miei sogni ed i propositi per il 2017 sono più radicati a terra.
Sono sempre stata una ragazza che “vive nel mondo dei balocchi” – a detta di qualcuno – e forse è vero, almeno in parte. Marco continuamente mi dice di camminare con i piedi per terra, ed io non lo ascolto (quasi) mai, però in questo caso ha ragione: va bene sognare, ma bisogna sognare anche facendo i conti con la realtà. Nessuno al mondo ti regala niente. Quello che vuoi devi prendertelo con le tue forze, con impegno e dedizione. Ed io quest’anno ne sono più che mai convinta.

 

1 – Trovare nel mondo olistico nuove (e continuative) collaborazioni

Il mio lavoro come operatrice olistica mi piace moltissimo, non lo considero un lavoro ma una grande passione. Confucio diceva “Fai quello che ami e non lavorerai un solo giorno della tua vita”. Ecco, questo è esattamente quello che mi piace fare: far star meglio le persone, percorrere con loro un pezzo di vita insieme, scambiare le nostre energie, guidarle verso una maggiore consapevolezza. Però tornando con i piedi per terra, non è un lavoro dipendente, almeno nella maggiorparte dei casi: a fine mese non ho lo stipendio fisso, ecco quindi la mia voglia (e necessità) di ampliare le mie collaborazioni (se volete dare un’occhiata al mio sito personale, e magari offrirmi una nuova opportunità, o anche solo per guardare di cosa mi occupo, cliccate qui).

Io e l’operatrice Laura Morano durante una meditazione con campane tibetane

 

2 – Continuare a seguire la strada del lavoro indipendente, non solo nel mondo olistico

Sto studiando per aumentare le mie competenze anche in altri ambiti come quello informatico, per offrire sempre più servizi ed acquisire nuove collaborazioni. Il mio passato da tester di software può aiutarmi.

 

3 – Viaggiare un po’ di più in Italia e in Europa

Complice il budget che non può essere altissimo almeno quest’anno, ho deciso di viaggiare – anche da sola – per l’Europa e in Italia. Ci sono così tanti tesori nascosti nel nostro Bel Paese, vorrei visitare – e soprattutto fotografare – un po’ di più della terra che mi sta ospitando, la Lombardia, magari facendo delle gite giornaliere.
E vogliamo parlare dell’Europa? E’ piena di gioiellini e di posti da vedere e scoprire. E’ bello girare il mondo, ma è bello girare tra i luoghi un po’ più vicini a casa nostra. Nei miei Traveldreams 2017 ho nominato per l’Italia Burano e Civita di Bagnoregio, e per l’Europa Gent, Bruges e Lisbona, e sono più che mai determinata a vederle tutte.

 

Fonte: Pixabay.com

 

4 – Provare a fare un’esperienza di viaggio-lavoro con Workaway

E’ un po’ che ci penso. Mi piacerebbe provare anche solo per qualche settimana o un mese a viaggiare-lavorare in qualche posticino in Europa. Non in giro per il mondo, in Europa. Vivere e lavorare in un altro stato, magari proprio nell’ambito olistico, imparare una nuova lingua o esercitare l’inglese e/o lo spagnolo, vivere a stretto contatto con la popolazione locale – non da turista – conoscere le loro abitudini e la loro cultura…dev’essere un’esperienza unica! Dovrei essere grande per queste cose? E perchè mai?! Non c’è un’età per fare esperienza, di nessun tipo. Sono sicura che mi farebbe crescere moltissimo. Se riuscirò a realizzare questo mio proposito sarà un grande, grandissimo traguardo personale.

 

5 – Farvi scoprire di più la Ciociaria col progetto #Ciociariamo

L’anno scorso, in occasione del mio primo viaggio in Ciociaria come accompagnatrice turistica, avevo lanciato il progetto #Ciociariamo, un progetto per farvi scoprire questa meravigliosa terra. Ma poi alla fine non ho scritto nemmeno un post, che vergogna. Mi impegnerò a scrivere almeno un post al mese. 12 post all’anno garantiti! 🙂 La mia soddisfazione più grande sarebbe quella di sentirmi dire “Ale, la Ciociaria è un posto bellissimo, grazie per avermela fatta scoprire!”

 

Monte San Giovanni Campano

Monte San Giovanni Campano (FR)

 

6 – Migliorare su Instagram

Il mio social preferito. Non sembrerebbe, visto che ho pubblicato pochissimi post, ma vorrei impegnarmi di più: nelle didascalie, negli hashtag, essere più costante nelle IG Stories.

 

Instagram Alessandra Cialone

Mio profilo Instagram

 

7 – Migliorare nelle fotografie e nei video di viaggio

Ogni volta che torno da un viaggio mi ritrovo a casa di amici a far vedere fotografie e raccontare con entusiasmo le mie/nostre esperienze. Durante i nostri viaggi ho sempre la reflex in mano, e da quando Marco mi ha regalato un’action cam per il mio compleanno, ho iniziato anche a fare dei brevi video di viaggio. Mi piace moltissimo poi, una volta tornata a casa, montarli e poi farli vedere agli amici e/o condividerli nei miei profili social! Quest’anno voglio impegnarmi e migliorare sotto questo punto di vista: non vi siete ancora iscritti al mio canale YouTube? Seguitemi, mi raccomando, presto uscirà un nuovo video! 🙂

 

I miei buoni propositi per il 2017 sono tanti e molto impegnativi, la strada è ancora lunga e tortuosa, ma sono molto positiva, come la canzone di Bon Jovi che vi ho consigliato di ascoltare.

“Hey Hey I finally found my way
Said goodbye to yesterday
Hit the gas, there ain’t no brakes on this lost highway
Yeah, I’m busting loose, I’m lettin go
Out on this open road
It’s independence day on this lost highway
Hey hey, hey hey”

 

Fuerteventura

 

 

 

Rispondi