Bergamo: cosa vedere in Città Alta in un giorno


Sapete che Bergamo ha una parte bassa (Bérghem de söta) ed una parte alta (Bérghem de sura)?

Io si, ma pur frequentando spesso la città di Bergamo (ho diverse amiche che abitano in provincia), non l’ho mai visitata a fondo. Ho deciso così di farlo dedicandogli un’intera giornata, e l’articolo in particolare di Elena (Nata con la Valigia) mi ha illuminato su quanto poco conoscessi la città, in particolare Città Alta.

Inoltre quest’anno la Città Alta è stata teatro di diversi avvenimenti importanti:

  • Il 9 luglio 2017 le Mura Venete sono state dichiarate dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità!03-cosa-vedere-a-bergamo-alta-in-un-giorno-mura-venete
  • Dal 7 al 24 settembre 2017 è stata location della manifestazione green “I maestri del paesaggio”, organizzata dall’associazione Arketipos. Una figata pazzesca!

Questo articolo l’ho scritto in particolare per la mia amica Ana, un’ottima guida turistica portoghese che ho incontrato durante i miei lavori estivi in Portogallo e che verrà a dicembre a visitare Bergamo. Ana, spero ti sia utile! 🙂

L’articolo è comunque utile a tutti coloro che si accingono a venire a Bergamo per la prima volta ed hanno poco tempo – purtroppo – da dedicarle. Venite con me, vi mostro cosa vedere in Città Alta (in un giorno)!

 

Città Alta: un po’ di storia

La Città Alta di Bergamo è l’unica città europea ancora circondata totalmente da mura.

Bergamo fu una città preromana (dei Cenomani in particolare) e poi dei Romani, i quali costruirono delle mura difensive: di quelle mura si hanno pochissime tracce, ma sappiamo che le mura medievali furono fatte costruire sulla loro base. La città, dopo una lunga dominazione longobarda divenne città dei Visconti, nel 1428 fu conquistata e iniziò il dominio della Serenissima, la Repubblica di Venezia, la quale nel XVI secolo decise di ricostruire le antiche mura per poter rendere la città un’autentica fortezza. Per costruire queste imponenti mura sono state demolite cascine, abitazioni e molte chiese come quella di Sant’Alessandro in Colonna, dove erano conservate le spoglie del Martire e patrono della città di Bergamo.

Quelle che vediamo oggi sono le Mura Venete, poichè Bergamo non subì nessun danno bellico: finalmente sono diventate Patrimonio Unesco dell’Umanità!! Che gioia!! 🙂

Cosa vedere a Bergamo Alta: l’itinerario

L’itinerario che propongo è tutto fattibile a piedi, ma dovrete avere un po’ di resistenza e fiato, perché Città Alta è piena di sali-scendi. Portatevi un po’ d’acqua, vestitevi a strati e via, siete pronti! 🙂

Da via Lucia Vecchia alla Porta di San Giacomo

Consiglio di arrivare in auto in zona Via Lucia Vecchia, parcheggiate l’auto (nel prossimo post su Bergamo vi darò info utili su dove parcheggiare gratuitamente nelle vicinanze). Da dove avete parcheggiato raggiungete la rotonda con una fontanella (tra via Rosmini e via Alberto Riva Villasanta), da lì parte la via Santa Lucia Vecchia. Vi ritroverete a percorrere per circa 5 minuti una bella salita che porterà in Via Tre Armi.

                  

Da via Tre Armi girate a destra e poi all’incrocio subito a sinistra, noterete l’Orto Sociale a sinistra ed una salitina: andate di lì e vi apparirà la bianca e maestosa Porta di San Giacomo.

Rivestita in marmo bianco, noterete un leone in centro al timpano: è il leone rampante simbolo della Serenissima.

02-cosa-vedere-a-bergamo-alta-in-un-giorno porta san giacomo

Passeggiata lungo le Mura Venete fino alla Porta di Sant’Alessandro

Attraversate la Porta di San Giacomo, voltatevi a sinistra ed iniziate la vostra passeggiata per le Mura Venete, ammirando un panorama spettacolare da lassù, oppure se deciderete di farvi un giretto di sera noterete la moltitudine di luci, una Bergamo che sembra dormire ma in realtà è sveglia e regala un sacco di momenti romantici.

03-cosa-vedere-a-bergamo-alta-in-un-giorno-mura-venete

Arrivate così alla Porta di Sant’Alessandro, dove ci sarà una bella e buona pasticceria ad accogliervi: è la famosa “La Marianna”, dove il proprietario ha inventato nel lontano 1961 il vero gelato alla stracciatella! Non ci credete? Andate lì, vedete con i vostri occhi, fate provare alle vostre papille gustative e poi mi dite!

06-cosa-vedere-a-bergamo-alta-in-un-giorno       

Salita al Castello di San Vigilio con la Funicolare

Attraversando la Porta di Sant’Alessandro, subito sulla destra c’è l’ingresso alla Funicolare di San Vigilio. C’è la possibilità di comprare il biglietto lì alle macchinette automatiche, oppure presso una piccola edicola vicino alla pasticceria “La Marianna”. Prezzo della salita: 1,30€ con validità di un’ora ed un quarto, partenze ogni mezz’ora circa.

07-cosa-vedere-a-bergamo-alta-in-un-giorno

07-cosa-vedere-a-bergamo-alta-in-un-giorno

Una volta arrivati su potete ammirare Città Alta da un bellissimo balconcino (dentro l’entrata della stazione della funicolare), poi proseguite seguendo le indicazioni per il Parco del Castello di San Vigilio: lì troverete dei bagni pubblici e la possibilità di passeggiare all’interno del parco, ammirando ciò che resta del vecchio castello.

Piazza Vecchia

Tornando indietro alla Porta di Sant’Alessandro (o scendete sempre con la funicolare di San Vigilio oppure tramite delle scalette), seguite le indicazioni per Piazza Vecchia, antico centro politico di Bergamo ed oggi la piazza più famosa di Città Alta.

Piazza Vecchia by night ✔

Un post condiviso da CITTÀ ALTA BERGAMO (@bergamoalta_official) in data:

Qui potrete ammirare diversi edifici ed opere architettoniche uniche.

La Fontana Contarini

Regalata nel XVIII secolo dal podestà Alvise Contarini per abbellire la piazza, la fontana è situata proprio al centro della piazza: scolpita in marmo di Zandobbio, è a base ottagonale con sculture a sfinge ed elementi zoomorfi. Sono presenti inoltre due leoni rampanti, simbolo della Repubblica di Venezia.

Palazzo della Ragione

Edificato nel XII secolo, è uno degli edifici più antichi del periodo comunale medievale. Cadde in disuso una volta che Bergamo venne a far parte della Repubblica Cisalpina e perse la sua funzione di centro politico.

Fu oggetto di restauro ed oggi è sede di esposizioni e mostre (da ottobre a febbraio è visitabile solo il sabato e la domenica). Si accede a lato della Piazza Vecchia, tramite una scalinata porticata decorata da un lato da epigrafi medievali, dall’altra da fiori coloratissimi.

Torre Civica

Detta il Campanone, è una torre alta 56 metri costruita a cavallo tra il XI ed il XII secolo come torre-abitazione della famiglia ghibellina dei Suardi. poi divenne torre del Comune e successivamente prigione durante il periodo della Repubblica Veneta. Acquistata dal Comune di Bergamo poi, fu dotata di campane le quali scandivano i vari momenti della giornata oltre a suonare in occasione di calamità. Oggi la Torre è stata restaurata a scopo turistico ed è possibile salire tramite una scala per ammirare dalla cima i dintorni della Piazza Vecchia e della Piazza Duomo (per chi non vuole utilizzare la scala, c’è un ascensore il cui prezzo è 3€).

amazing pic of the #campanile of Piazza Vecchia

Un post condiviso da CITTÀ ALTA BERGAMO (@bergamoalta_official) in data:

 

Palazzo Nuovo

É un edificio bianchissimo, anticamente sede del Comune di Bergamo fino al 1873, oggi il Palazzo Nuovo ospita la Biblioteca Civica Angelo Maj: è una biblioteca di un’importanza enorme, viste le collezioni di manoscritti e libri antichi contenuti all’interno (c’è per esempio una saletta dedicata agli studi su Torquato Tasso, pazzesca!). Ingresso libero.

14-cosa-vedere-a-bergamo-alta-in-un-giorno

14-cosa-vedere-a-bergamo-alta-in-un-giorno

Piazza del Duomo

piazza-duomo-bergamo

Al centro, il Duomo, a destra, la Basilica di Santa Maria Maggiore, a sinistra, il Palazzo della Ragione

Duomo

La Cattedrale di Sant’Alessandro si trova nascosta tra la Basilica di Santa Maria Maggiore ed il Palazzo della Ragione. Era consacrata a San Vincenzo quando, a seguito della demolizione della Cattedrale di Sant’Alessandro per costruire le Mura Venete, fu riconsacrata a Sant’Alessandro, patrono della città, ed ivi sono conservate le sue reliquie.

Ha origini paleocristiane (lo testimoniano scavi archeologici del 2004), fu oggetto di diversi progetti come quelli del Filarete (interrotti per la sua brusca morte), rifacimenti ecc… l’altare che si vede oggi è stato inaugurato nel 2004.

Ingresso libero.

Santa Maria Maggiore

In origine era la chiesa battesimale di San Vincenzo, dopo diversi rifacimenti (in origine era una chiesa a pianta a croce greca) oggi appare con stili differenti: la facciata possiede uno stile romanico-lombardo, mentre l’interno è decorato in stile barocco.
Ingresso libero.

19-cosa-vedere-a-bergamo-alta-in-un-giorno (2)

Sulla sinistra: Basilica di Santa Maria Maggiore. Sulla destra: Cappella Colleoni

Cappella Colleoni

É il Mausoleo di Bartolomeo Colleoni, commissionato da se stesso nel XV secolo a Giovanni Antonio Amadeo, fu costruito abbattendo la sacrestia dell’adiacente Basilica di Santa Maria Maggiore (non senza polemiche).

Troverete due sarcofagi: uno superiore dove troverete rappresentazioni del Vangelo ed una statua equestre del Colleoni, ed uno inferiore. Quest’ultimo contiene le spoglie del Colleoni, (dopo diversi secoli di mistero su dove fossero finite, una prospezione geofisica nel 1969 le trovarono lì). Troverete inoltre la tomba di Medea, la figlia di Bartolomeo ed una cupola affrescata dal Tiepolo.

All’interno del Mausoleo è vietato fotografare o filmare.
Ingresso libero.

Battistero della Cattedrale

Chiuso quando siamo andati noi (era un sabato), è stato costruito nel 1340 ed ospita cicli scultorei sulla vita di Cristo e sulle Virtù (Teologali e Cardinali).

Meridiana

Sotto al porticato tra la Piazza del Duomo e Piazza Vecchia troverete un’antica meridiana.

Antico lavatoio

Dalla Piazza del Duomo andate verso sinistra, e poi scendete a sinistra, in via Lupo, troverete sulla destra questo antico lavatoio, che a me ricorda un po’ quello dei Navigli di Milano.

#lavatoio #bergamo #bergamoalta #lombardia #italy #bestofitaly #autumn #fall #ottobre

Un post condiviso da @agnesposh in data:

L’ex-convento di San Francesco

Oggi facente parte del Museo delle Storie di Bergamo, è stato un convento abitato dall’ordine francescano che si è insediato in questo luogo nel XIII secolo. Solitamente non è oggetto di visite, siamo stati a Bergamo in un affollato sabato ed io e Marco eravamo gli unici visitatori.

Entrando troverete subito il primo chiostro, e successivamente, dopo aver fatto il giro, un secondo chiostro più piccolo, ma con una vista impagabile sui colli bergamaschi. Noterete anche degli affreschi sulle pareti dei chiostri, purtroppo lasciati andare al decadimento.

Ingresso libero ai chiostri.

Primo chiostro

 

Secondo chiostro

 

La Rocca di Bergamo

Oggi l’antica Rocca di Bergamo ospita un parco ed un museo di storia, dal quale si può raggiungere la torre del mastio ed avere una visione di Bergamo dall’alto. Sinceramente? Noi non ce la siamo sentita di entrare, era tardi ed abbiamo preferito passeggiare nel parco della rocca, ammirando alcuni monumenti ai caduti ed un carro-armato (la vista di Bergamo da qui è comunque meravigliosa, soprattutto al tramonto).

Ingresso libero al parco.

   

Piazza delle Scarpe e Funicolare

Tornando indietro dalla Rocca e ritornati in via Colleoni, vi ritroverete nella Piazza delle Scarpe e di fronte, l’entrata per prendere la Funicolare e scendere di nuovo a Bérghem de söta.

 

Tornare giù “nella Bassa”

  • con la Funicolare che collega la Città Alta a quella Bassa, una volta scesi dalla funicolare camminate un po’ scendendo e sulla destra vi ritroverete un lungo tunnel (c’è il marciapiede, tranquilli), percorretelo e camminate un po’ avanti e vi ritroverete nella rotonda di via Lucia Vecchia, da lì recuperate l’auto.

  • fate a piedi l’itinerario inverso, ossia tornate alla Porta San Giacomo e poi a via Lucia Vecchia per poi tornare al parcheggio

Altro consiglio importante: se non venite in auto ma per esempio con i mezzi (treno e/o bus) potete incominciare l’itinerario partendo dalla Funicolare Bassa con arrivo a Piazza delle Scarpe, lì passa un bus che dalla stazione dei treni ferma alla stazione della Funicolare.

 

Spero che siate arrivati fino alla fine di questo lunghissimo post su cosa vedere a Bergamo Alta in un giorno. Se avete domande o qualche altra dritta da dare, non esitate a contattarmi oppure a commentare qui sotto. Presto pubblicherò anche un altro post dove vi darò le informazioni utili (come arrivare a Bergamo Alta e soprattutto dove mangiare!).

Se non volete perdere le novità seguitemi, anche nella mia pagina Facebook o su Instagram.

A presto,

Alessandra

Rispondi